Finiture

Vernici termoriflettenti

By 10 Aprile 2021 Maggio 10th, 2022 No Comments

per profili, laminati e altri manufatti d’alluminio per l’architettura

Finiture

Il mercato si sta evolvendo per rispondere alle esigenze crescenti di durata e miglioramento delle prestazioni degli elementi dell’architettura

esordisce così Paolo Laurenzi, responsabile dello sviluppo di Kromoss, di Aielli, in provincia dell’Aquila, azienda italiana leader nei trattamenti di superficie e verniciatura di profilati e laminati d’alluminio. «La nostra azienda – prosegue Paolo Laurenzi – propone una vasta gamma di finiture, oltre alla verniciatura, adatte a molteplici soluzioni che si ottengono con diverse tecnologie».

kromoss05

La ricerca di migliorare le prestazioni, non solo energetiche, dell’involucro edilizio, si sta sviluppando su più fronti; le finiture sono coinvolte in questo processo, avendo la ricerca nell’ambito delle materie prime raggiunto interessanti risultati funzionali. Pioniera nell’utilizzo di vernici in polvere ad elevate prestazioni e standard, con una produzione per la maggior parte orientata alla verniciatura in classe 2, cioè con polveri “superdurabili”, Kromoss propone al mercato dei serramenti esterni un prodotto funzionale molto interessante, il Thermoreflex, grazie all’utilizzo di polveri termoriflettenti prodotte da Akzo Nobel Powder Coatings.

«La scelta di usare soprattutto polveri certificate Qualicoat classe 2, che estendono la normale garanzia di durata fino a 15 anni, applicabili sia nei colori RAL che negli effetti legno – prosegue Paolo Laurenzi – ci consente di offrire al cliente profili e laminati verniciati – la linea si chiama “Forever”, una gamma di colori e finiture messa a punto in sinergia con Akzo Nobel – che mantengono la brillantezza nel tempo e non virano di colore; la verniciatura si deteriora meno mantenendo serramentI e facciate, per molti anni, con le caratteristiche estetiche iniziali. La caratteristica di termoriflettenza arricchisce ulteriormente la funzionalità della verniciatura attraverso pigmenti riflettenti che respingono le radiazioni infrarosse, cioè le radiazioni che scaldano. Alcune ricerche empiriche hanno evidenziato che, soprattutto sui serramenti esterni, quali antoni, persiane e scuri, il beneficio di questo tipo di finitura si riflette sul risparmio energetico (soprattutto per quanto riguarda il raffrescamento) del 4-6%. In alcuni ambienti e per facciate orientate a sud e sud-ovest, il risparmio è consistente e, in particolare, migliora moltissimo il confort degli ambienti interni. Stiamo ovviamente parlando di applicazione di colori scuri perché, ovviamente, queste caratteristiche sono intrinseche ai colori chiari, che sono riflettenti di natura».

«Attualmente abbiamo un cliente che ha puntato molto su questo tipo di prodotto, Korus, che produce serramenti, persiane e portoncini. L’azienda ha scelto la verniciatura con prodotto Thermoreflex per dare un valore aggiunto alla propria produzione di infissi esterni: si presenta sul mercato con un prodotto innovativo, in un’ampia gamma di colori e di finiture, anche ad “effetto legno”».

Queste vernici in polvere prodotte da Akzo Nobel Powder Coatings contengono pigmenti che riflettono gli infrarossi in modo da migliorare esponenzialmente l’isolamento termico dell’ambiente rispetto alle normali vernici, che invece, soprattutto nei toni scuri, assorbono gli infrarossi e si riscaldano più velocemente ed in misura maggiore. La capacità di riflettanza è stata certificata dall’Istituto Giordano, mentre l’Enea ha valutato che questo tipo di prodotto contribuisce al risparmio energetico degli edifici (soprattutto per quanto riguarda il raffrescamento).

In produzione

Nella sede operativa di Aielli, Kromoss ha impianti verticali per la verniciatura di profili (fino a 7 metri di lunghezza) e impianti per la verniciatura di laminati (per facciate, controssoffitti, imbotti), due impianti di sublimazione e uno “polvere su polvere”. La varietà di tecnologie disponibili consente di coprire molteplici esigenze, per diversi tipi di clienti (dal grande produttore di facciate al distributore di profili o “gammista”). Una specialità di Kromoss è la verniciatura “effetto legno”, ottenuta tramite sublimazione – tecnologia che consente di ottenere una riproduzione fotografica di elevata qualità – oppure con quella polveri su polveri – che determina un effetto “tattile” oltre che estetico-visivo -. Tutte queste finiture possono essere ottenute anche con l’applicazione delle polveri funzionali termoriflettenti, ampliando la gamma di colori ed effetti disponibili. «Per ottenere il massimo risultato estetico sui profili effetto legno – prosegue Paolo Laurenzi – abbiamo studiato tutte le finiture che si ottengono in falegnameria: spesso i serramentisti abbinano alla finestra interna di legno la persiana in alluminio ad effetto simile, oppure delle finestre legno-alluminio per la protezione dell’esterno. Sono ormai disponibili profili e laminati che imitano legni o con lavorazioni particolari (dai legni esotici agli sbiancati)».

«Credo che l’evoluzione della verniciatura a polveri in ambito architettonico sia già definito dalle richieste del mercato attuale: il nuovo standard sarà quello che ora è il ciclo particolare con polveri superdurabili e funzionali: soprattutto nella durabilità e nelle polveri funzionali – ci dice Paolo Laurenzi – si avrà un continuo miglioramento delle performance e un aumento costante di richiesta da parte della committenza, e ciò consentirà anche di ridurre i costi. Pur essendo la verniciatura a polveri, di per sé, una verniciatura a basso impatto ambientale, tutto il processo dovrà adeguarsi alla legislazione ambientale – dovremo abbandonare il fosfosgrassaggio di pretrattamento».

Leave a Reply

*

Translate »