was successfully added to your cart.

Carrello

Finiture Green 1

By 13 Marzo 2018 aprile 26th, 2019 Pubblicazioni

Tra sostenibilità e tecnologia

La sensibilità nei confronti di un comportamento “sostenibile” nelle attività umane cresce sensibilmente. Non è solo per un atteggiamento “ecologista” ma è ormai chiaro a tutti che l’equazione non inquinare = risparmiare si applica a tutte le attività umane.
Bisogna anche aggiungere che, siccome gran parte della vita dell’uomo si svolge all’interno degli edifici (case, uffici, scuole, fabbriche, e così via), è necessario aumentare l’attenzione per la qualità dell’aria che respiriamo. I nuovi edifici vengono costruiti utilizzando tecnologie e materiali che consentono sempre più di controllare i consumi energetici: la conseguenza è che sono anche sempre meno permeabili all’aria, cosa che diminuisce i ricambi e aumenta la permanenza di sostanze inquinanti all’interno degli ambienti. La consapevolezza della necessità di controllare i consumi in generale, inoltre, e di aumentare i fattori di benessere delle persone, ha dato impulso alla diffusione a livello mondiale di certificazioni che garantiscono il rispetto di alcuni criteri di costruzione, come ad esempio il sistema LEED, che considera gli edifici da diversi punti di vista, non solo energetico, ma anche ambientale, sociale, e prevede la scelta dei materiali da utilizzare, e dei processi produttivi, consentendo di aumentare il livello di qualità attraverso l’acquisizione di “crediti”. La definizione di livelli di
certificazione è una garanzia di trasparenza per l’abitante. Negli USA, dove esiste uno schema, chiamato “LEVEL”, di rating e di certificazione per la valutazione del grado di sostenibilità ambientale e sociale dei mobili, questi ultimi concorrono ad aumentare i crediti nel calcolo finale della certificazione LEED.
Questo “quaderno” nasce quindi allo scopo di informare le figure professionali che si occupano di progettare e dare una pelle agli oggetti e agli ambienti che viviamo, cioè architetti, progettisti, designer. Noi riteniamo che sia possibile progettare e produrre con una visione sostenibile ed etica mobili, complementi, arredi in genere e anche gli elementi che costruiscono l’architettura. Questa visione è anche uno stimolo per le aziende per proseguire nello sviluppo e nella ricerca di prodotti di finitura sempre più performanti e a basso impatto ambientale. La “pelle” degli oggetti è realmente il “valore aggiunto” che si dà ad un progetto, e, facendo nostra una frase di Bruno Munari: “il design produce per i tempi lunghi”, ci auguriamo che questo quaderno, che raccoglie una serie di interviste ad imprenditori che hanno fatto con convinzione scelte di sostenibilità, sia una testimonianza per il futuro. 

finiture green 1

indice

  • Le storie dei colori by Mario Bisson
  • Boffi 
  • Caem Magrini 
  • Calligaris 
  • Ferretti e Ferretti 
  • Lago 
  • Moretti Compact 
  • Natuzzi 
  • Riva 1920 
  • Tino Sana 

Leave a Reply

*

Translate »